SCADUTO
Data di Pubblicazione: 05-04-12
Data di Scadenza: 07-05-12
Ente: Comune di Gradara
Autore: Comune di Gradara stefania.giusini@comune.gradara.pu.it

Riapertura termini concorso pubblico per esami per la copertura a tempo indeterminato di "Istruttore Direttivo di Vigilanza"

Riapertura termini e modifica dei requisiti di accesso concorso pubblico per esami per la copertura a tempo indeterminato ed a tempo pieno di un posto di categoria "D1" con profilo professionale "Istruttore Direttivo di Vigilanza"

IL RESPONSABILE DEL SETTORE PERSONALE

 

Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 12 del 29/01/2011 e successiva integrazione n. 103 del 20/09/2011, relative alla programmazione del fabbisogno di personale per il triennio 2011/2013;

Vista la deliberazione della Giunta Municipale n. 34 del 20/03/2012 ad oggetto “Concorso pubblico per la copertura di un posto di istruttore direttivo di vigilanza cat. D1 – Provvedimenti in merito”;

Visti gli artt. 30 e 35 del D. L.gs. 30 marzo 2001, n. 165 e successive modifiche ed integrazioni;

Visto l'art. 91 del T.U.E.L., approvato con D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

Visto il Regolamento relativo alla modalità di assunzione agli impieghi ai requisiti di accessi e alle procedure concorsuali approvato con atto della Giunta Comunale n. 140 del 13/12/2011;

Visto l’art. 18, commi 6 e 7, nonché l’art. 26, comma 5 bis, del D. Lgs. 08/05/2001, n. 215 e s.m.i.;

Visto il vigente contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto Regioni Autonomie locali ed il relativo sistema di classificazione professionale del personale;

Vista la propria determinazione n. 15 dell’8/2/2012, con la quale è stato approvato lo schema del presente bando di concorso;

Vista la propria determinazione n. 38 del 26/03/2012 con cui sono stati riaperti i termini di presentazione delle domande e sono stati modificati i requisiti di accesso del concorso (e’ stato eliminato il requisito di aver prestato servizio per almeno due anni presso Enti Locali nelle categorie “C” o “D” in profili attinenti al posto messo a concorso);

 

RENDE NOTO

Sono riaperti i termini del concorso pubblico, per esami, per la copertura a tempo indeterminato ed a tempo pieno di un posto di categoria di accesso “D1” , con profilo professionale " ISTRUTTORE DIRETTIVO VIGILANZA”.

Restano acquisite le domande di partecipazione pervenute in forza del bando approvato con propria determinazione n. 15/2012 con facoltà dei medesimi candidati di trasmettere eventuale documentazione integrativa nei termini del presente avviso.

E' garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e per il trattamento sul lavoro, ai sensi del D. Lgs. 11/04/2006, n. 198 e del D. Lgs. n. 165/2001.

Le modalità di partecipazione e di svolgimento del concorso sono disciplinate dal presente bando e, per quanto non espressamente previsto, dal Regolamento relativo alla modalità di assunzione agli impieghi ai requisiti di accessi e alle procedure concorsuali approvato con atto della Giunta Comunale n. 140 del 13/12/2011.

Sono stati assolti gli obblighi previsti dall’art. 30 e 34 bis del D. Lgs. 165/2001.

 

l. TRATTAMENTO ECONOMICO

Al posto suddetto è attribuito il trattamento economico annuo lordo previsto per la categoria D posizione economica D1 di cui al vigente CCNL Regioni – Autonomie Locali oltre la tredicesima mensilità e le atre indennità e benefici di legge e contrattuali, se ed in quanto dovuti. Tutti gli emolumenti citati sono assoggettati alle ritenute previdenziali, assistenziali e fiscali previste dalla legislazione vigente.

 

2. COMPITI RIFERITI AL PROFILO PROFESSIONALE

I compiti riferiti al profilo professionale di istruttore direttivo dell’area di vigilanza sono quelli previsti dalla declaratoria per la categoria “D” indicata nell’allegato A del C.C.N.L. del 31.3.1999, ferma restando l’applicazione dell’art. 52 del D. Lgs. 30.3.2001, n. 165 e ss.mm.ii.

 

3. REQUISITI PER L'AMMISSIONE AL CONCORSO

Per essere ammesso al concorso il candidato deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

1. cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;

2. età non inferiore ad anni 18;

3. godimento dei diritti civili e politici;

4. idoneità fisica all'impiego ed alle mansioni proprie del profilo professionale oggetto di selezione. L’Amministrazione comunale ha facoltà di sottoporre a visita medica il personale da assumere (l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego con l’osservanza delle norme in tema di sicurezza sul lavoro di cui al D.Lgs. n. 81/2008 verrà effettuata nel caso di immissione in servizio). Data la particolare natura dei compiti che la posizione di lavoro comporta, la condizione di privo della vista costituisce inidoneità fisica all’impiego ( legge n. 120/1991);

5. non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti;

6. non essere stato interdetto o sottoposto a misure che per legge escludono l'accesso agli impieghi presso le Pubbliche Amministrazioni;

7. non essere stato destituito, dispensato dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ovvero non essere stato licenziato da una Pubblica Amministrazione ad esito di un procedimento disciplinare per scarso rendimento o per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti;

8. per i soli concorrenti di sesso maschile, essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva e del servizio militare;

9. titolo di studio: Diploma di Laurea in Giurisprudenza, o Scienze dell’Amministrazione, o Scienze Politiche, se conseguiti con il vecchio ordinamento, ovvero Laurea specialistica classe 22/S o 102/S, o 71/S, o 57/S o 60/S, ovvero Laurea magistrale classe LMG/01, o LM-63, o LM-87 o LM-52, se conseguita con il nuovo ordinamento;

10. essere in possesso della patente di guida “ B “ in corso di validità e non avere limitazioni di idoneità allo svolgimento dei servizi esterni;

11. conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (windows, word, excel, posta elettronica);

12. conoscenza di una lingua straniera a scelta tra: inglese, francese o tedesco.

I cittadini degli altri Stati membri dell’Unione Europea diversi dall’Italia, devono inoltre possedere i seguenti requisiti:

- Godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;

- Avere adeguata conoscenza della lingua italiana.

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione.

 

4. DOMANDA DI AMMISSIONE AL CONCORSO

Le domande redatte utilizzando il modulo allegato, dovranno essere sottoscritte dal candidato a pena di esclusione ed intestate al Comune di Gradara, Ufficio Personale, Via Mancini n. 23 e consegnate secondo una delle seguenti modalità:

- Direttamente mediante consegna a mano, con rilascio di ricevuta, presso la medesima sede comunale di Via Mancini n. 23, ufficio protocollo, piano primo, dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00;

- A mezzo del servizio postale con Raccomandata A.R. al medesimo indirizzo;

- Con trasmissione in via telematica, esclusivamente all’indirizzo comune.gradara@emarche.it attraverso un indirizzo di posta elettronica certificata del candidato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta dal bando in formato pdf .

Si precisa in proposito che il mittente della PEC deve essere, a pena di esclusione, il candidato stesso.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire al Comune di Gradara entro e non oltre le ore 13.00 del 7 MAGGIO 2012.

 

Il termine fissato per la presentazione delle domande deve intendersi perentorio. La domanda di partecipazione si considera prodotta in tempo utile anche se spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il predetto termine; a tal fine farà fede il timbro della data di partenza apposto dall’ufficio postale accettante, ma sarà comunque esclusa la domanda che, pur spedita mediante raccomandata A.R. entro il predetto termine, perverrà al protocollo del Comune oltre il quinto giorno successivo alla data di scadenza del termine. Sarà parimenti esclusa la domanda consegnata a mano all’Ufficio Protocollo o spedita a mezzo raccomandata A.R. dopo il termine perentorio di scadenza.

Nella domanda il candidato deve indicare il concorso pubblico al quale intende partecipare e deve

dichiarare, sotto la sua responsabilità, ai fini dell'ammissione alla stesso:

a) il cognome e il nome;

b) il luogo e la data di nascita;

c) il codice fiscale;

d) la residenza anagrafica, il numero telefonico, l’eventuale indirizzo di posta elettronica e l'eventuale recapito presso cui indirizzare ogni comunicazione, nell’intesa che, in difetto di diversa indicazione, varrà la residenza dichiarata;

e) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero il possesso della cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea. I cittadini non italiani appartenenti all’U.E. devono altresì dichiarare di godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza e di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;

f) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

g) di essere fisicamente idoneo all’impiego ed allo svolgimento delle mansioni relative al posto messo a selezione;

h) di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti. In caso contrario, devono essere indicate le condanne penali riportate ed i procedimenti penali in corso;

i) di non essere stato interdetto o sottoposto a misure che, per legge, escludono l’accesso agli impieghi presso le Pubbliche Amministrazioni;

j) di non essere stato destituito, dispensato dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero di non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ovvero di non essere stato licenziato da una Pubblica Amministrazione ad esito di un procedimento disciplinare per scarso rendimento o per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti;

k) di essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva e del servizio militare (soltanto per il candidato di sesso maschile);

l) il possesso del titolo di studio richiesto dal bando (da specificare), con indicazione del punteggio riportato

m) l’eventuale possesso di ulteriori titoli di studio (specificare secondo le indicazioni sopra descritte);

n) l’eventuale possesso di uno o più titoli di preferenza, tra quelli previsti dall’art. 47 del Regolamento relativo alla modalità di assunzione agli impieghi ai requisiti di accesso ed alle procedure concorsuali approvato con atto della Giunta Comunale n. 140 del 13/12/2011, da specificare espressamente - La mancata indicazione di tali titoli nella domanda di partecipazione comporta l’automatica esclusione del candidato dai relativi benefici;

o) la conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (windows, word, excel, posta elettronica);

p) la conoscenza di una lingua straniera a scelta tra: inglese, francese o tedesco;

q) di essere in possesso della patente di guida “B” in corso di validità e di non avere limitazioni di idoneità allo svolgimento dei servizi esterni;

r) il candidato portatore di handicap deve specificare l’eventuale ausilio necessario per sostenere le prove di esame, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi in relazione al suo handicap (art. 20 /92 Legge n. 104);

s) l'autorizzazione, a favore del Comune di Gradara, al trattamento dei dati personali e sensibili, ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003 e s.m.i.;

t) la conformità all’originale di tutti i documenti allegati in fotocopia, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i.;

u) la consapevolezza e conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 76 del D.P.R. n.445/2000 e s.m.i., per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci;

v) l’accettazione incondizionata delle condizioni previste dal bando di selezione, dagli appositi regolamenti comunali per quanto non espressamente previsto dal bando e, in caso di assunzione, da tutte le disposizioni che regolano lo stato giuridico ed economico dei dipendenti degli Enti Locali.

La firma, obbligatoria, apposta dal candidato in calce alla domanda, a norma dell’art. 3, commi 5 e 11 della legge n. 127/97, non è soggetta ad autenticazione. Alla domanda dovrà essere comunque allegata la fotocopia del documento di identità o della patente.

Nel messaggio contenente la domanda di partecipazione al concorso il concorrente deve apporre oltre al proprio cognome, nome ed indirizzo la seguente dicitura:

“Domanda di concorso per n. 1 posto di “Istruttore Direttivo di Vigilanza Cat. D.1”.

Inoltre, ai fini dell'ammissione, il candidato deve allegare alla domanda i seguenti documenti in carta semplice:

1. copia fotostatica (fronte-retro) della carta di identità in corso di validità o di altro documento in corso di validità, riconosciuto ai sensi dell’art.35 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i.;

2. fotocopia del titolo di studio richiesto, (nel caso in cui il possesso di tale titolo non sia stato oggetto di autodichiarazione nella domanda);

3. eventuali documenti che comprovano il diritto alle precedenze o preferenze di legge;

4. il curriculum professionale nel quale siano riportate le esperienze culturali e professionali di studio e di servizio, espletate all’aspirante al concorso, formalmente documentate o documentabili. munito di data e sottoscritto con firma autografa;

5. talloncino di attestazione del versamento della somma di Euro 10,33 sul c/c postale n.13296611 intestato a: Comune di Gradara - Servizio di Tesoreria, contenente la causale: “Tassa concorso pubblico per copertura posto a tempo pieno di "ISTRUTTORE DIRETTIVO DI VIGILANZA”; ovvero ricevuta del versamento alla tesoreria comunale –Banca Carim – Cassa di Risparmio di Rimini S.p.a. - Codice IBAN IT43M0628524202T20020002716, contenente la causale: “Tassa concorso pubblico per copertura posto a tempo pieno di "ISTRUTTORE DIRETTIVO DI VIGILANZA”.

6. elenco della documentazione allegata alla domanda di partecipazione, sottoscritto con firma autografa.

Il candidato ha l’obbligo di comunicare, a mezzo di raccomandata A.R., le eventuali successive variazioni di residenza o domicilio.

Il Comune di Gradara non assume alcuna responsabilità nel caso di dispersione di comunicazioni, dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte dei concorrenti o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali altri disguidi comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

L'Amministrazione, ai sensi dell'art. 71 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445 e s.m.i., si riserva la facoltà di controllare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive in ogni fase del procedimento del concorso e, qualora ne accerti la non veridicità, provvederà a disporre l’immediata adozione del relativo provvedimento di esclusione dalla selezione, ovvero di cancellazione dalla graduatoria, ovvero di decadenza dall’assunzione, che tuttavia non esime il candidato dalle eventuali azioni di responsabilità previste dal D.P.R. n. 445/2000 e dalla vigente normativa.

 

5. APPLICAZIONE DELLE PREFERENZE

Per poter beneficiare del diritto di preferenza a parità di merito e del diritto di preferenza a parità di merito e di titoli, i candidati devono dichiarare nella domanda il possesso degli appositi titoli di cui all’art. 47 –del Regolamento relativo alla modalità di assunzione agli impieghi ai requisiti di accessi e alle procedure concorsuali approvato con atto della Giunta Comunale n. 140 del 13/12/2011.

Le categorie di cittadini, alle quali nei pubblici concorsi è riconosciuto il suddetto diritto di preferenza, sono di seguito riportate. Hanno preferenza a parità di merito:

1) gli insigniti di medaglia al valor militare;

2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;

3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;

4) i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;

5) gli orfani di guerra;

6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra;

7) gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;

8) i feriti in combattimento;

9) gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonché i capi di famiglia numerosa;

10) i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;

11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;

12) i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;

13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;

14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;

15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico o privato;

16) coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;

17) coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di un anno nell'Amministrazione che ha indetto il concorso;

18) i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;

19) gli invalidi ed i mutilati civili;

20) militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.

A parità di merito e di titoli la preferenza è determinata:

a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;

b) dall'aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche;

c) dalla minore età.

 

6. AMMISSIONE AL CONCORSO

L’ammissione al concorso sarà disposta dal Responsabile del Settore Finanziario – Servizio Personale, con proprio provvedimento. Eventuali esclusioni verranno comunicate con lettera raccomandata A.R. - Nel caso in cui le domande presentino omissioni sanabili sarà richiesta la regolarizzazione delle stesse con assegnazione di un termine di cinque giorni, decorrente dal ricevimento della richiesta di integrazione; l’inadempimento a tale richiesta comporterà l’esclusione automatica dalla selezione, senza ulteriore comunicazione formale da parte del Comune di Gradara.

 

7. COMMISSIONE ESAMINATRICE

La Commissione Esaminatrice del concorso sarà composta da tre componenti: Presidente ed altri due membri esperti e dal Segretario della Commissione, oltre eventuali componenti per le prove complementari.

 

8. PROVE D’ESAME

Il concorso in oggetto prevede una prova scritta, una prova teorico-pratica ed una prova orale sulle materie di seguito specificate:

 

PRIMA PROVA SCRITTA –

Consisterà in una serie di quesiti a risposta sintetica nelle seguenti materie:

diritto costituzionale; diritto amministrativo; diritto enti locali; diritto penale e diritto processuale penale; Ordinamento della Polizia Municipale, con particolare riferimento a:

– testo unico legge di pubblica sicurezza

– ruolo della Polizia Municipale;

– circolazione stradale e Codice della Strada;

– sistema sanzionatorio amministrativo e penale;

– edilizia, commercio e pubblici esercizi;

– funzioni di ufficiale di Polizia Locale;

– Testo Unico sulla Pubblica sicurezza;

– compiti di polizia giudiziaria e funzioni ausiliarie di pubblica sicurezza.

 

SECONDA PROVA TEORICO- PRATICA –

Consisterà nella predisposizione di atti e/o elaborati inerenti lo svolgimento delle mansioni attinenti al profilo professionale da rivestire.

 

PROVA ORALE –

Prova volta ad verificare il grado di conoscenza delle materie delle prove scritte, ed inoltre:

Nozioni sull’ordinamento generale dello Stato; Elementi in materia di ordinamento degli Enti Locali, con particolare riguardo ai Comuni e alla loro attività amministrativa; Nozioni di diritto civile; Rapporto di pubblico impiego con particolare riguardo ai processi di riforma, nonché alle responsabilità, doveri, diritti e sanzioni disciplinari del pubblico dipendente.

Durante l’ espletamento della prova orale la Commissione procederà all’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse nonché di una lingua straniera (inglese, francese o tedesco) la cui scelta verrà effettuata da/la candidato/a nella domanda di ammissione al concorso.

 

9. EVENTUALE PROVA PRE-SELETTIVA

L’Amministrazione potrà procedere, nel caso in cui pervenga un numero di istanze di partecipazione superiore a 30, ad una prova di preselezione consistente nella somministrazione di quesiti a risposta multipla a carattere psico-attitudinali e/o sulle materie di esame previste dal bando.

A seguito della preselezione, saranno ammessi alle prove scritte previste nel presente bando i primi 20 candidati nonché tutti coloro che avranno conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo ammesso.

La data dell’eventuale prova pre-selettiva è fissata per il giorno 17 maggio 2012 alle ore 15,00 e sarà confermata ai candidati mediante apposito avviso affisso all’albo pretorio entro i successivi cinque giorni dalla data di scadenza della presentazione delle domande e pubblicata sul sito internet del Comune di Gradara all’indirizzo www.comune.gradara.pu.it Sezione Bandi e Concorsi.

 

10. CALENDARIO DELLE PROVE E COMUNICAZIONI AI CANDIDATI

I candidati che non avranno ricevuto comunicazione di esclusione dalla procedura per difetto dei requisiti prescritti, sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità (carta d’identità, passaporto, patente di guida), nel giorno, nell’orario e nel luogo che sottoindicato. La mancata presentazione dei candidati all'espletamento delle prove d'esame comporterà l'automatica esclusione degli stessi dal concorso.

La sede, il giorno e l’ora dello svolgimento delle prove d’esame e’ il seguente:

- Eventuale prova preselettiva, da confermare mediante apposito avviso affisso all’albo pretorio nei termini e modi indicati all’art. 9, il giorno 17 maggio alle ore 15,00

- Prima prova scritta : il giorno 24 maggio alle ore 10,00

- Prova teorico-pratica: il giorno 24 maggio alle ore 15,00

- Prova orale: il giorno 30 maggio alle ore 15,00

 

Le prove si svolgeranno presso il Comune di Gradara in Via Mancini n. 23 – Gradara (PU). La prova orale si svolgerà in un’aula aperta al pubblico.

Potrà, comunque, essere stabilito un luogo diverso di svolgimento delle prove scritte, che sarà preventivamente pubblicato sul sito istituzionale dell’ente.

 

11. VALUTAZIONE DELLE PROVE

I voti sono espressi in trentesimi. Conseguono l’ammissione alla prova orale i candidati che abbiano riportato sia nella prova scritta che nella prova teorica-pratica una votazione di almeno 21/30. La prova orale si intende superata con una votazione di almeno 21/30.

Durante la prova scritta, i candidati potranno consultare soltanto i dizionari ed i testi di legge non commentati e solo se autorizzati dalla Commissione.

I risultati relativi alle prove verranno resi noti attraverso pubblicazione all’Albo Pretorio e sul sito internet del Comune. I Candidati ammessi alle prove dovranno presentarsi nella sede e nell’ora indicate nel presente bando senza ulteriore avviso.

 

12. APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA E SUO UTILIZZO

La graduatoria finale del concorso verrà approvata, unitamente a tutti gli atti delle operazioni concorsuali, con determinazione del Responsabile del Settore Finanziario - Servizio Personale e verrà pubblicata mediante affissione all’Albo Pretorio del Comune e sul sito internet del Comune alla Sezione Bandi e Concorsi.

Dalla data di tale pubblicazione decorrerà il termine per eventuali impugnative.

Con l’approvazione della graduatoria finale verrà individuato il concorrente vincitore della procedura concorsuale al quale spetterà l’attribuzione del posto disponibile. L’esito della procedura sarà portato a conoscenza del vincitore.

Il vincitore della procedura selettiva sarà invitato a presentarsi personalmente presso il competente ufficio del Comune di Gradara, entro il termine indicato nella comunicazione di assunzione, per la stipulazione del contratto individuale di lavoro subordinato a tempo indeterminato ed a tempo pieno. La fissazione della data di effettiva assunzione in servizio è comunque subordinata al rispetto, da parte dell’Amministrazione, dei vincoli normativi, contrattuali, finanziari o di altra natura che risulteranno vigenti, senza che il vincitore od altri concorrenti idonei possano vantare diritti nei confronti della stessa Amministrazione. Qualora nulla osti all’assunzione in questione, l’effettiva

 

presa di servizio da parte del vincitore dovrà avvenire improrogabilmente entro la fine del corrente anno.

Per l’accertamento nei confronti del vincitore del possesso dei requisiti previsti per l’accesso all’impiego, si applicano le disposizioni appositamente previste dal Regolamento per la disciplina dei concorsi e delle altre procedure di assunzione e quelle in materia di semplificazione amministrativa.

Prima della stipula del contratto individuale di lavoro, il soggetto individuato vincitore dovrà inoltre dichiarare, sotto la propria responsabilità, di non avere altri rapporti di lavoro subordinato pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall'art. 53 del D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i.-

L’accertamento della mancata sussistenza dei requisiti per l’accesso all’impiego comporterà la risoluzione di diritto del contratto individuale di lavoro, senza obbligo di preavviso.

La graduatoria finale del presente concorso rimarrà efficace per tre anni dalla data della sua pubblicazione, salvo eventuali proroghe previste da disposizioni di legge. L’Amministrazione comunale avrà facoltà di utilizzare tale graduatoria per la copertura di ulteriori posti di pari categoria contrattuale e profilo professionale, sia ad orario pieno che ad orario ridotto che, nel suddetto periodo, dovessero rendersi eventualmente vacanti e disponibili, fatta eccezione per i posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione della presente selezione, nel rispetto della normativa e del CCNL che risulteranno vigenti.

L’Amministrazione comunale avrà facoltà di utilizzare la graduatoria in questione anche per assunzioni a tempo determinato, sia a tempo pieno che a tempo parziale. La mancata accettazione dell’offerta di assunzione a tempo determinato sarà ininfluente ai fini dell’utilizzo della graduatoria per assunzioni a tempo indeterminato.

 

13. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Tutti i dati personali e sensibili forniti dai candidati per l’espletamento della presente procedura selettiva saranno raccolti dall’Amministrazione comunale e trattati nel rispetto del D. Lgs. n. 196/2003, per le finalità connesse al concorso e, successivamente, per l'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro e per le finalità inerenti la gestione del rapporto stesso, anche mediante utilizzo di banca dati automatizzata, come previsto dalla predetta normativa.

Le medesime informazioni potranno essere comunicate ad altre pubbliche amministrazioni direttamente interessate alla posizione economico-giuridica del candidato vincitore. L’interessato gode del diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché dei diritti complementari di rettificare, aggiornare e completare i dati errati, nel rispetto della normativa vigente.

E’ prevista la diffusione dei dati dei candidati mediante affissione di graduatorie ed elenchi all’Albo Pretorio del Comune di Gradara e della pubblicazione di tali notizie sul sito internet dell’ente.

 

14. DISPOSIZIONI FINALI

Il presente bando di concorso costituisce a tutti gli effetti “lex specialis”. La dichiarazione effettuata dal candidato e contenuta nella domanda di partecipazione alla selezione, di accettazione incondizionata di quanto previsto dal presente bando, comporta l’implicita accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le prescrizioni contenute nel bando stesso.

L’Amministrazione comunale si riserva il diritto di modificare, prorogare, riaprire i termini di presentazione delle domande o, eventualmente, di revocare il presente bando, di sospendere o di annullare la procedura concorsuale o di non procedere all’assunzione, a suo insindacabile giudizio, quando l'interesse pubblico lo richieda in dipendenza di sopravvenute circostanze preclusive di natura normativa, contrattuale, organizzativa o finanziaria, senza che il vincitore od altri concorrenti idonei possano per questo vantare diritti nei confronti dell’Amministrazione.

Le comunicazioni pubblicate sul sito internet hanno valore di notifica a tutti gli effetti. Non seguiranno pertanto ulteriori comunicazioni.

Per quanto non previsto dal presente bando viene fatto riferimento alle norme vigenti legislative, contrattuali e regolamentari.

Il bando integrale della procedura selettiva ed il relativo allegato schema di domanda di partecipazione sono disponibili sul sito internet:www.comune.gradara.pu.it sezione Bandi e Concorsi oppure presso il Servizio Personale del Comune di Gradara recapito telefonico: 0541/ 823909 Fax 0541/964490.

 

Gradara, lì 26/03/2012

 

Responsabile del Servizio Personale

Rag . Stefania Giusini





 
© 2005-2017 Comune di Gradara - Gestito con docweb - [id]