pubblicata da 9 anni, il 17 novembre 2008 (lunedì) alle 15:42

Il “Castello di Gradara” alla conquista dei sette mari!

Autore: Comune di Gradara

Il Castello di Gradara non si limiterà più, come da 7 secoli a questa parte, a sorvegliare il mare dall'alto del suo colle ma dal 12 novembre 2008 sarà lui stesso a solcare i flutti alla scoperta dei sette mari!

Non si tratta di una fantasia degna di Giulio Verne, la notizia è vera. Il “Castello di Gradara” sta davvero solcando i mari, per ora diretto al porto di Ortona per l'installazione dei serbatoi per il trasposto di GPL. Anche se non è fatto di mattoni ma di acciaio e non ha il fossato, con i suoi 96 metri di lunghezza è una visione decisamente imponente! Si tratta di una nave gasiera costruita nel cantiere navale di Pesaro dall'armatore-industriale napoletano Carlo Pontecorvo, che ha scelto il nome di un castello pesarese in omaggio al territorio che ha dato i natali alla dodicesima nave della sua flotta.
Il Castello di Gradara, quindi, ancora una volta si trova a rappresentare una Provincia, quella di Pesaro e Urbino, ricca di cultura, storia e tradizioni; un monumento che si avvia a conquistare anche per il 2008 il primato regionale del numero di visitatori.
Al varo erano presenti il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Sen. Palmiro Ucchielli, il Sindaco di Pesaro, Luca Ceriscioli, il Sindaco di Gradara Franca Foronchi. Al centro della foto l'armatore Carlo Pontecorvo.


© 2005-2017 Comune di Gradara - Gestito con docweb - [id]