Avviso in occasione delle festività di capodanno

La Polizia Municipale informa la cittadinanza e gli operatori commerciali che dal 4 luglio 2013, a seguito del recepimento della Direttiva 2007/23/CE ad opera del D.Lgs 58/2010, sono in vigore nuove regole di commercializzazione ed utilizzo di petardi ed articoli pirotecnici comunemente usati durante le festività di capodanno.

Al fine di garantire la sicurezza e la tutela della salute di persone ed animali ed i beni pubblici e privati, si invitano i cittadini ad osservare la normativa in vigore ed a prestare la massima attenzione alle etichettature di sicurezza apposte sugli articoli pirotecnici avendo cortezza di acquistare esclusivamente manufatti provvisti di marcatura CE, presso rivendite autorizzate. Non va dimenticato che si tratta di materiale esplodente che sviluppa centinaia di gradi di temperatura anche nelle semplici fontane luminose e che solo i manufatti marcati CE hanno avuto un percorso di produzione controllata, certificazione da parte di enti terzi e verifica dei requisiti minimi di sicurezza tale da garantirne un uso sicuro se vengono rispettate le prescrizioni.

Vanno quindi lette attentamente e rispettate le prescrizioni di utilizzo relative all'età degli utilizzatori evitando in ogni caso di permetterne l'utilizzo ai minori di 14 anni e, solo per quelle classificati in categoria 1, pertanto di minima capacità esplosiva, permetterne l'utilizzo anche ai minori di anni 18. In particolare si segnala l'importanza di osservare le prescrizioni sulle modalità di utilizzo e sulle distanze minime di sicurezza da mantenere, qualora previste. Si sconsiglia di detenere più articoli pirotecnici in contenitori (marsupi o borsette) attaccati al corpo durante le operazioni di sparo.

In ultimo si ricorda che, l'articolo 57 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza e 703 del C.P. vietano l'accensione o sparo di razzi, armi da fuoco, fuochi d’artificio o ovvero esplosioni o accensioni che possano essere pericolose, in un luogo abitato o nelle sue adiacenze o lungo una via pubblica o in direzione di essa, senza apposita autorizzazione, ove necessaria, mentre l'articolo 672 del c.p. punisce coloro che aizzano o spaventano gli animali con sanzioni fino a 258 €.

 

Per un acquisto maggiormente consapevole si ricorda di verificare la classificazione UE che viene apposta obbligatoriamente sul prodotto e che, il D.Lgs 58/2010 prevede anche differenti fasce di età nei cui confronti viene limitata la vendita dei prodotti pirotecnici. Viene così proibita la vendita di:

 

a) fuochi d'artificio della categoria 1, (che presentano un rischio potenziale estremamente basso e un livello di rumorosità trascurabile e che sono destinati ad essere utilizzati in spazi confinati, compresi i fuochi d'artificio destinati ad essere usati all'interno di edifici d'abitazione) a privati che non abbiano compiuto il quattordicesimo anno;

b) fuochi d'artificio della categoria 2 (che presentano un basso rischio potenziale, un basso livello di rumorosità e che sono destinati a essere usati al di fuori di edifici in spazi confinati) …...... a privati che non siano maggiorenni e che non esibiscano un documento di identità in corso di validità;

c) fuochi d'artificio della categoria 3 (che presentano un rischio potenziale medio e che sono destinati ad essere usati al di fuori di edifici in grandi spazi aperti e il cui livello di rumorosità non è nocivo per la salute umana) a privati che non siano maggiorenni e che non siano muniti di nulla osta rilasciato dal questore ovvero di una licenza di porto d'armi;

d) fuochi d'artificio della categoria 4 (che presentano un rischio potenziale elevato e che sono destinati ad essere usati esclusivamente da «persone con conoscenze specialistiche», comunemente noti quali «fuochi d'artificio professionali», e il cui livello di rumorosità non è nocivo per la salute umana) ….......... a persone non munite dell'abilitazione di cui all'Art 101 del Reg.Tulps.

 

Particolare attenzione deve essere posta sia dagli operatori commerciali, sia da parte dei privati acquirenti poiché, trattandosi comunque di materiale esplodente, è soggetto a limitazioni circa i soggetti autorizzati alla vendita o all'acquisto, l'identificazione e la registrazione dell'acquirente, le quantità massime detenibili, trasportabili e/o importabili da altri stati e le sanzioni, per lo più di carattere penale, sono applicabili, in alcuni casi, anche agli acquirenti.

 

In caso permanesse qualche dubbio sul materiale in vendita non esitare a consultare il sito internet del produttore o dell'importatore o informare le forze dell'ordine qualora ci si avvedesse di rivenditori improvvisati o prodotti evidentemente non conformi. Va ricordato infine che per la maggior parte dei prodotti pirotecnici è vietata la vendita da parte di ambulanti.

[Download] Avviso petardi integrale
 
© 2005-2017 Comune di Gradara - Gestito con docweb - [id]